SALDO E STRALCIO: cos’è e come funziona

saldo e stralcio

In questo articolo cerchiamo di chiarire cosa sia la transazione a saldo e stralcio, in che misura e in quali casi sia abitualmente concessa.

Saldo e stralcio: cos’è?

Con il termine saldo e stralcio si intende la prassi con la quale il creditore concede pro bono pacis (ovvero “per amor di pace”, per evitare liti e contrasti) il saldo di un debito. In genere questo saldo avviene tramite versamento, in unica soluzione, di un importo inferiore all’ammontare del debito.

Il saldo e stralcio perciò, è un metodo davvero vantaggioso per il debitore. Attraverso di esso risparmia importanti somme di cui potrebbe non essere in possesso. Ma non solo: in questo modo può definitivamente liberarsi dal debito, che non sarebbe riuscito in altro modo a sanare.

Dobbiamo fare però una piccola premessa.
Il recupero forzoso di un credito si compie grazie al pignoramento di beni immobili o mobili, ovvero conto corrente, quote societarie, arredamento, attrezzature, stipendio /pensione. Questo processo purtroppo ha dei costi elevati e lunghe tempistiche. Spesso inoltre, il valore dei beni è nettamente inferiore all’ammontare del debito, sommato ad interessi e spese per l’esproprio. Tutto questo fa sì che rimangano comunque delle somme insolute.

Ecco perché un creditore acconsente volentieri al saldo e stralcio di un debito. Perchè è un processo che porta dei vantaggi non soltanto al debitore.

 

saldo e stralcio

 

 

In che misura viene concesso il saldo e stralcio?

Spesso, erroneamente, si sente di accordi a saldo e stralcio con percentuali del 60-70 o 80% del totale. Sebbene in situazioni specifiche siano margini che occasionalmente possono essere realizzati, non sono però misure veritiere a cui attenersi.

Come viene determinato, allora, l’importo che il creditore percepirà?

Nel caso di procedure su immobili, il creditore concede lo stralcio sulla base del valore del bene pignorato. Questo valore viene determinato dalla stima del perito incaricato dal Tribunale (C.T.U.) o del prezzo di base d’asta della prossima vendita forzosa.

Se, invece, il bene non è ancora pignorato o comunque non si conosce ancora nessuno dei due valori si farà stimare da un professionista di parte (C.T.P.).

– ESEMPIO 1: Debito con unico creditore: 130.000 € – Valore accertato dell’immobile: 100.000 €  ==>> Stralcio concedibile: circa 30.000 €.

– ESEMPIO 2: Debito con unico creditore: 130.000 €   –  Valore accertato dell’immobile: 80.000 €  ==>>  Stralcio concedibile: circa 50.000 €

 

È sufficiente trattare soltanto con la Banca?

Concentrandoci sul saldo e stralcio immobiliare, ovvero quello che solitamente porta ad una compravendita, è indispensabile che la transazione sia condotta con tutti i creditori che godono di garanzie reali (ipoteche) sul bene. Oppure che, in caso di pignoramento, siano intervenuti anche successivamente nella procedura esecutiva.

Purtroppo è errore comune di tanti debitori ritenere necessario trattare solo con la Banca che spesso vanta un credito ben superiore all’attuale valore del bene. Questo perché la Banca rappresenta l’unico soggetto che percepisce un ricavato dalla vendita all’asta.

Diversamente, invece, è indispensabile concludere accordi anche con i creditori “non privilegiati”. Ovvero di coloro che, per intenderci, ” non prenderebbero nulla” dalla vendita disposta dal Tribunale. In caso contrario il Giudice competente non estinguerà la procedura esecutiva in corso e il notaio non stipulerà la compravendita.

 

Il saldo e stralcio è possibile se l’asta è già fissata?

In una sola parola la risposta è Sì!

saldo e stralcio- vendere con asta fissata

 

Esistono numerose motivazioni per cui è assolutamente raccomandabile evitare l’esproprio forzoso in asta con la vendita volontaria della propria casa. LEGGI ANCHE: PERCHÈ DOVREI EVITARE LA VENDITA ALL’ASTA DELLA MIA CASA? 

La pratica del saldo e stralcio è applicabile anche in caso di vendite già disposte dal Tribunale. È inoltre possibile  in caso di aste già andate deserte ma si tratta di situazioni particolarmente delicate. In questo tipo di situazioni, oltre che con i creditori, sarà  necessario interfacciarsi velocemente ed adeguatamente con gli organi incaricati dal Giudice dell’Esecuzione.

Casi come questi, però, comportano elevati rischi derivanti dai numerosi adempimenti formali. Questi adempimenti devono essere completati in tempi brevissimi e perciò consigliamo di farsi assistere da professionisti altamente qualificati.

 

Lo stralcio viene sempre concesso?

Chiariamo subito un punto: non sussiste alcun obbligo da parte di un creditore di accordare un saldo e stralcio al debitore.  Tuttavia, come abbiamo evidenziato, esso è una strada percorribile in caso di reale vantaggio per entrambi.

Le eccezioni sono rappresentate dai casi in cui il valore dei beni in garanzia sia nettamente superiore al debito stesso.

-ESEMPIO: Valore beni 100.000 €- Valore debito 30.000 € ==>> Stralcio difficilmente concesso o accordato in misura minima.

Altro caso in cui potrebbe essere rigettato il saldo e stralcio è quello in cui il debitore sia un soggetto giovane. In genere il creditore, solitamente una banca, non intende rinunciare ad avvalersi di strumenti giuridici (Pignoramento Presso Terzi o PP3) volti ad aggredire il reddito.  E se il debitore è disoccupato? Purtroppo la banca non ha alcuna fretta nell’attendere per anni che il debitore trovi un’occupazione.

Questi casi non rappresentano una regola ma li citiamo per pura completezza di informazione.

saldo e stralcio

Concludendo:

Il saldo e stralcio, come abbiamo visto, è una trattativa che rappresenta per chi è in difficoltà una via utile e pratica per uscire dal debito. Ribadiamo, però, anche l’importanza di affidarsi a professionisti realmente in grado di gestire situazioni così delicate. Infatti, è indispensabile che i professionisti sappiano occuparsi adeguatamente di dettagli tecnici e norme del Codice di Procedura Civile. Questo per non vanificare il lavoro svolto e non arrecare danni alle parti coinvolte, debitori in primis.

Lo staff di Debiti & Immobili sarà lieto di analizzare gratuitamente e senza impegno la tua situazione. Ti consiglieremo con discrezione e professionalità e ti guideremo verso la strada migliore per recuperare in tempi brevi la serenità che meriti.
Affidati a noi con fiducia, ti seguiremo in tutto il percorso.  Contattaci qui o al Numero verde Gratuito 800.09.02.86